Frame Foto Festival | LA VALIGIA DEL TEMPO Elisa Paolucci Giannettoni
FRAME Foto festival, fotografia, workshop, mostre fotografiche, parma, salsomaggiore terme, laboratorio creativo, bambini, maratona fotografica, self community
1649
single,single-portfolio_page,postid-1649,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

LA VALIGIA DEL TEMPO
Elisa Paolucci Giannettoni

LA VALIGIA DEL TEMPO
Elisa Paolucci Giannettoni

LA VALIGIA DEL TEMPO

Elisa Paolucci Giannettoni

La vita è movimento, il tempo è movimento, l’umore è in movimento. Nulla è fermo, tutto è in divenire. Ho l’ossessione del tempo che passa, di non ricordare le emozioni provate per le cose che ho vissuto, sognato, voluto. Mi racconto, mi osservo, mi amo, mi odio, rido, piango, mi prendo in giro, insomma “mi vivo”. A volte vado avanti, a volte torno indietro, a volte aspetto, ma sempre “mi muovo”. La valigia è viaggio, è andare verso l’ignoto, è cambiare, è la casa dei propri ricordi. Il video è una raccolta di autoscatti che quotidianamente dal 2008 mi faccio. Ho iniziato per gioco, così per documentare il cambiamento. Mano a mano che passava il tempo, i mesi e gli anni , ho capito che poteva essere un metodo per impadronirmi del mio io, per essere consapevol della mia figura, una vera e propria terapia e così via via mi sono allontanata dallo schermo. Quello che inizialmente era solo un documentare il cambio esteriore della mia figura è diventata invece un’ esigenza di dimostrare a me stessa quanti ruoli posso recitare, quanti stati d’animo attraverso. Documento le mie giornate, il periodo che sto vivendo, se sono felice se sono triste se mi va di scherzare, di travestirmi, ciò che normalmente non faccio vedere, sono io in tutte le mie sfaccettature, sono io senza filtri.

ELISA PAOLUCCI GIANNETTONI – Biografia

Classe 1972, consegue il diploma di maturità Artistica nel 1990, frequenta la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia e lavora dal 1999 nell’ambito della comunicazione, creando nel 2001 un suo studio in Romagna. Partecipa a diverse collettive tra cui “Equilibri sospesi” a Orvieto, “Invisibile e visibile” a Cesena, “Io mi vedo così” a Bibbiena, “Bella da vivere” a Cervia, “SiFestival di Fotografia” a Savignano sul Rubicone. Inizia a viaggiare fin da giovanissima, in epoca di scatto libero. Ogni viaggio aumenta la sua personale galleria. Allegorie di storie, di colori, scatti semplici in cui si nascondono profondità da esplorare. Arricchisce così il suo patrimonio culturale e la sensibilità verso l’immagine. L’interesse evolve nel corso degli anni e diventa abilità nel catturare con lo scatto il particolare, di renderlo soggetto della sua storia. Frequenta vari workshop dedicati alla fotografia, tra cui nel 2009 al CIFA di Bibbina (Centro Italiano della Fotografia d’Autore) con il fotografo Giovanni Marrozzini.

Category

2013