Frame Foto Festival | LAST STOP George Georgiou
FRAME Foto festival, fotografia, workshop, mostre fotografiche, parma, salsomaggiore terme, laboratorio creativo, bambini, maratona fotografica, self community
2307
single,single-portfolio_page,postid-2307,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

LAST STOP
George Georgiou

.
LONDON, ENGLAND

.

Nel 2008 George Georgiou torna a Londra, dopo nove anni trascorsi in Europa orientale, e si accorge subito del cambiamento che ha avuto luogo in città e della velocità nel quale è avvenuto. Last stop è un progetto che vuole documentare la città, i suoi movimenti e le migrazioni, il suo paesaggio e l’architettura, la sua diversità e l’energia. Georgiou vuole capire come tante persone provenienti da tutto il mondo riescono a condividere lo stesso spazio.

L’autobus a due piani gli permette di inquadrare la città. Il livello più basso è molto vicino alla strada, dove è quasi possibile toccare le persone. Il ponte superiore gli dà la distanza per catturare gli strati del paesaggio urbano. Tra queste due posizioni tutto si sposta, con il movimento del bus.

Il fotografo è affascinato dal modo in cui le persone usano lo spazio pubblico in una grande città, dal senso di invisibilità condiviso. Egli, sedendosi dietro il finestrino, diventa invisibile.

L’essenza del progetto è che si può percorrere lo stesso itinerario ogni giorno, ma ciò che si vede per strada è un flusso di natura casuale.

 

BIOGRAFIA

Nato a Londra da genitori greco-ciprioti, Georgiou si diploma in fotografia presso il Politecnico di Londra.

Il lavoro di Georgiou è concentrato sulle comunità divise da culture diverse. Dopo aver lavorato per sei anni in Serbia, Grecia e in Europa orientale, si è fermato quattro anni ad Istanbul. La sua serie Fault Lines, raccolta dei suoi viaggi attraverso la Turchia , esamina la lotta odierna del paese per mantenere le sue tradizioni e la difficoltà del paesaggio naturale di fronte al cambiamento.

Il suo approccio non convenzionale alla fotografia gli ha dato qualche problema ma, nonostante tutto lui si descrive così: “Ho tanti debiti ma rimango ottimista!”.

.
AWARDS
Awards include two World Press Photo prizes in 2003 and 2005, The British Journal of Photography project prize 2010, Pictures of the Year International first prize for Istanbul Bombs in 2004 and a Nikon Press Award UK for photo essay 2000.
Category

Mostre 2015