Frame Foto Festival | PALESTINIAN DREAM Andrea e Magda
FRAME Foto festival, fotografia, workshop, mostre fotografiche, parma, salsomaggiore terme, laboratorio creativo, bambini, maratona fotografica, self community
2283
single,single-portfolio_page,postid-2283,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

PALESTINIAN DREAM
Andrea e Magda

.
Miraggio di uno stato e globalizzazione sotto occupazione

L’ emergere del liberalismo economico in Palestina, favorito della comunità internazionale, sta  trasformando drasticamente l’economia e la società locale. Nonostante la Palestina sia stata riconosciuta come membro osservatore dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la nomina resta puramente simbolica,. Il paese non controlla nè i suoi confini nè le sue risorse, e rimane tutt’oggi sotto occupazione militare israeliana. L’ex premier Salam Fayyad (su raccomandazione del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Mondiale, e dei finanziatori occidentali) ha incentivato un’economia fortemente liberale nella speranza che ciò  portasse naturalmente alla nascita di un autentico stato. Questo atteggiamento economico ha incontrato un ampio consenso nell’élite benestante palestinese, oltre che nella comunità internazionale. La società e il paese stesso si stanno trasformando, e con loro le principali città: Ramallah, Betlemme, Nablus. Di giorno in giorno, nuovi centri commerciali, banche, compagnie assicurative, outlet, fast food e hotel di lusso vedono la luce. Mentre la classe media palestinese si immerge con entusiasmo nel consumismo di massa, l’economia reale dei territori resta una delle più dipendenti al mondo. Nel frattempo, la “pace economica” promossa da Israele porta come conseguenza ad un controllo totale da parte dello stato ebraico sullo sviluppo economico palestinese. “Palestinian Dream” mette in discussione il miraggio di questa nuova realtà.

BIOGRAFIA

 

Andrea e Magda sono un duo di fotografi Italo Francese  che vive e lavora in Medio Oriente sin dal 2008. Il loro lavoro si focalizza sugli effetti della globalizzazione sulle societá, economie e territori del Medio Oriente. Il loro primo lavoro Palestinian Dream fotografa la trasformazione della Palestina modellata da un ideale di modernitá e l´illusione di uno sviluppo economico sotto  l´occupazione Israeliana. Con il loro  secondo progetto “Sinai Park”hanno esplorato le conseguenze del turismo di massa sul territorio Egiziano. Mostre – Nov 2015: Sinai Park, Maison Européenne de la photographie (biennale des photographes du monde arabe) Paris, Sept 2015: Screening of Sinai Park at Visa pour límage Festival Perpignan, June 2015: Palestinian Dream – Fotoleggendo, Roma, Nov 2014: Palestinian Dream Mois de la photo/Maison Européenne de la Photographie, Paris, Nov 2014 : Palestinian Dream – Festival di fotografia, Foiano, Sept 2014: Screening of Palestinian Dream at « Visa pour l’image », Perpignan, Mai 2014 : Screening of Palestinian Dream « Images Singulières », Sète

Category

Mostre 2015